Oftal Oftal Oftal


Aiutaci ad aiutare




Come? Segnando nell'apposito modulo il codice fiscale dell'associazione


94020940022

Lourdes


Mensile dell'OFTAL

Per iscriverti compila il vaglia postale con: c.c.00253138

La nostra storia
Cos'è O.F.T.A.L.

L’OFTAL (Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes), è un’Associazione ecclesiale di carità mariana a favore dei sofferenti che organizza Pellegrinaggi a Lourdes e in altri Santuari. L'Associazione si occupa dell’Ammalato prima e dopo il Pellegrinaggio, soprattutto collaborando nella pastorale ordinaria di diocesi e parrocchie.
Tutto questo grazie allo spirito di gratuità e di servizio di volontari, medici, infermieri, sacerdoti e religiosi.
L’OFTAL è nata in Piemonte negli anni '30 da un’intuizione di Mons Alessandro Rastelli, ed è oggi diffusa in particolare nel nord-ovest d’Italia e in Sardegna.
Oltre 20.000 persone tra Ammalati, volontari, Pellegrini e Sacerdoti ogni anno partecipano ai nostri Pellegrinaggi presieduti dai Vescovi Diocesani.
Le varie Sezioni Diocesane si occupano non solo dell’accompagnamento dei malati in pellegrinaggio, ma anche della loro assistenza quotidiana, nonché della formazione spirituale, umana e tecnica di dame e barellieri, in un ottica di carità che si volge alla persona ed alle sue necessità. Il vero responsabile di ogni Sezione Diocesana è il Vescovo secondo le indicazioni che diede Mons. Alessandro Rastelli.
La nostra storia


I presidenti, dal fondatore a oggi

Mons. Alessandro Rastelli

Fu un grave incidente ferroviario a dare inizio alla nostra storia. Il tragico episodio, decisivo nella sequenza delle sue attività sacerdotali, lo attingiamo dal racconto del protagonista, di mons. Alessandro RASTELLI.
Il 17 febbraio 1910 don Rastelli ritornava a piedi da Borgovercelli - ove risiedeva la sua famiglia - in città. Per abbreviare il cammino aveva infilato il sentiero della ferrovia. Giunto al ponte vecchio sul fiume Sesia, si apprestava ad attraversare i binari: era appena passato un treno merci. Coperto dallo sferragliare del convoglio, non avvertì il rumore del treno 2316 che sul binario opposto giungeva da Mortara.
La locomotiva colpì alle spalle il giovane sacerdote sbalzandolo in aria mentre il macchinista in un tentativo disperato cercò di afferrarlo al volo. Ciò bastò almeno perchè piombasse fuori dal binario. Cadde bocconi: a pochi centimetri dalla fronte il fondo scheggiato di una bottiglia gli dette ancor più vivo il senso del pericolo mortale scampato ” PRODIGIOSAMENTE “! Fu trasportato in ospedale ” frattura di varie costole e della scapola destra “. Esce migliorato il 19 marzo.
Mons. Alessandro Rastelli era nato a Borgovercelli il 18 gennaio 1883. Andò l’anno seguente - con l’Opera Diocesana di Torino - in Pellegrinaggio: l’incontro con Maria, il contatto con l’atmosfera di fede, di preghiera, di carità, la visione della sofferenza umana tradotta realisticamente dalle schiere dei malati che con sacrifici enormi giungevano alla Grotta di Massabielle fu determinante per il giovane prete: era stato ordinato il 3 maggio 1909.
Fu conquistato dall’idea di Lourdes, soprattutto dal desiderio di aiutare i malati, con una visione estremamente chiara degli scopi da raggiungere, con un programma che rivela la continuità del suo programma, il profondo nesso psicologico delle sue azioni. L’anno 1912 - nel mese di maggio - ritorna a Lourdes con un malato: l’Opera Trasporto Malati era virtualmente incominciata.
Nel 1960, l’11 ottobre, festa della Maternità di Maria, mentre era a Lourdes il nostro 116° Pellegrinaggio, mons. Rastelli, fondatore dell’OFTAL concludeva pienamente il suo itinerario terreno.

Mons. Giuseppe Ferraris
Nasce a Caresana il 6 marzo 1907: i suoi genitori, Francesco e Francesca Balocco, conducono una proprietà agricola del Capitolo Metropolitano di Vercelli. Alle spalle a già due zii sacerdoti: Mons. Eusebio Ferraris (fratello del papà e don Giorgio Balocco fratello della mamma.
La sua famiglia continuerà la disponibilità e la risposta agli inviti di Dio: dei cinque figli saranno in tre ad essere sacerdoti.
La famiglia durante la prima guerra mondiale lascia il lavoro agricolo e si stabilisce a Vercelli: i tre ragazzi , uno dopo l’altro, entrano nei Seminari Diocesani. La famiglia segue e sostiene il loro cammino di formazione e li accompagna all’altare: il papà e la mamma li accolgono sempre, per lunghi anni, in quella casa di via Attone Vescovo. E sarà sempre la loro casa: dai Seminari, dai Pellegrinaggi, dalle Caserme, i tre sacerdoti torneranno sempre lì.
Nel Seminario Minore a Moncrivello compie gli studi ginnasiali, nel Maggiore, a Vercelli, gli studi filosofici e teologici.
Intanto, il 29 giugno 1920 indossa l’abito clericale; i 25 novembre 1927 riceve la tonsura; il 25 novembre e poi l’8 dicembre 1928 riceve gli Ordini minori; il 16 marzo 1929 riceve il Suddiaconato; il 30 marzo 1929 riceve il Diaconato; sarà ordinato Sacerdote il 7 luglio 1929. A Roma continua e perfeziona presso l’Istituto Biblico gli studi biblici: otterrà una brillante licenza il 27 giugo 1931.
A soli 24 anni, il 2 settembre 1931 inizierà l’insegnamento nel Seminario Maggiore: lo concluderà a fine 1967.
L’8 dicembre 1960 gli viene affidata da Mons. Imberti l’Oftal: Mons Rastelli è il fondatore, Mons. Ferraris il primo Presidente.
Nella notte tra giovedì 25 e venerdì 26 febbraio 1999, Mons. Ferraris terminava piamente la sua vita sulla terra.
Mons. Franco Degrandi

Nato a Caresana (VC) il 19 giugno 1931, frequenta i Seminari dell’Archidiocesi di Vercelli dal 1942 al 1955.
È ordinato Sacerdote il 26 giugno 1955; inizialmente presta servizio in Cattedrale a Vercelli con funzione di Vice Parroco dal 13 agosto 1955 al 26 marzo 1966.
Successivamente viene nominato Parroco a Costantana dal 26 marzo 1966 al 1° maggio 1983.
Associato dell’OFTAL dal settembre (Pellegrinaggio di Oropa) dell’anno 1951.
Nominato Vice Presidente Generale dell’OFTAL nel periodo 1977-1981, diventa successivamente copresidente dell’OFTAL nell’anno 1982.
Succede a Mons. Ferraris quale Presidente Generale dell’OFTALin data 7 ottobre 1982. Fa parte dello S.P.I. (Segretariato Pellegrinaggi Italiani) dal 1978: è Segretario Generale per due mandati di 5 anni dal 1980 al 1990 e per tre mandati di 3 anni dal 1998 al 2004.