Oftal Oftal Oftal


Aiutaci ad aiutare




Come? Segnando nell'apposito modulo il codice fiscale dell'associazione


94020940022

Lourdes


Mensile dell'OFTAL

Per iscriverti compila il vaglia postale con: c.c.00253138

Ultime notizie
 


entili tutti,



nella giornata di oggi, venerdì 16 novembre, un’indagine della squadra mobile di Pavia ha portato all’arresto dei vertici della Residenza Sanitaria “Mons. Rastelli” di Montebello della Battaglia . Il tutto è stato annunciato in una conferenza stampa della Procura della Repubblica e della Squadra Mobile di Pavia.


La notizia è stata subito rilanciata (ore 14) dalle agenzie stampa ed è stato indicato (ANSA e altre agenzie) che la struttura è “gestita da OFTAL”. Di seguito il lancio ANSA:





(ANSA) PAVIA, 16 NOV - L'indagine della squadra mobile di Pavia che ha portato all'arresto di Giovanni Gastaldo, 67 anni, e Davide Montagna, 35 anni, rispettivamente direttore e operatore socio-sanitario della residenza sanitaria "Mons. Rastelli" per anziani disabili gravi, si è svolta grazie alle testimonianze raccolte dalla polizia e anche grazie ad alcuni filmati interni che gli investigatori hanno realizzato in questi ultimi mesi. Filmati dai quali emergono immagini raccappriccianti, con anziani presi a calci, pugni e schiaffi e ai quali venivano spesso rivolte parole ingiuriose. Addirittura Davide Montagna, con il beneplacito del direttore Gastaldo, era arrivato al punto anche da aizzare tra di loro gli anziani ospiti della struttura, che in alcuni casi sono anche arrivati a morsicarsi, per giustificare così il ricorso a dosi pesanti di tranquillanti. "Un atteggiamento - ha spiegato oggi il dottor Francesco Garcea, capo della squadra mobile di Pavia - che in parte era dovuto al peso della gestione di questi pazienti, ma in altri casi sfociava quasi in un sadico divertimento".
Un comportamento, quello del direttore e dell'operatore socio-sanitario che questa mattina sono stati arrestati per maltrattamenti e lesioni gravi, che non era condiviso da altri dipendenti della struttura, visto che negli ultimi mesi in diversi hanno deciso di licenziarsi e di andarsene. La residenza sanitaria per disabili "Mons. Rastelli" di Montebello della Battaglia (Pavia), fondata nel 1994 e getsita dall'Oftal (un ente che organizza i viaggi dei malati a Lourdes) ha una 30ina di posti di letto e 15 dipendenti.



Appresa la notizia d’accordo con il Presidente Generale si è deciso di diramare il seguente comunicato:



O.F.T.A.L

Opera Federativa Trasporto Ammalati a Lourdes



COMUNICATO STAMPA

OFTAL SMENTISCE CATEGORICAMENTE OGNI LEGAME CON LA RESIDENZA SANITARIA PER DISABILI “MONS. RASTELLI” DI MONTEBELLO DELLA BATTAGLIA (PAVIA)



Milano, 16 novembre 2018-“OFTAL smentisce categoricamente ogni legame con la residenza sanitaria per disabili “Mons. Rastelli” di Montebello della Battaglia (Pavia)” , è quanto dichiara da Gerusalemme il Presidente Generale OFTAL Monsignor Paolo Angelino.

“La struttura è sì dedicata al fondatore di OFTAL, ma l’Associazione non c’entra nulla con la gestione della stessa. Da parte dei vertici della residenza sanitaria è stato usurpato il nostro nome e in passato sono stati diffidati più volte dall’utilizzarlo con invito a togliere ogni riferimento con noi. Cosa mai eseguita. Ci auguriamo che le indagini facciano il loro corso perché i fatti emersi sono raccapriccianti e ci indignano in quanto Associazione che ogni anno accompagna i malati a Lourdes e presso gli altri luoghi di devozione mariana. Ho già dato mandato ai nostri legali per valutare ogni azione a tutela dell’onorabilità della nostra Associazione e ci auguriamo che gli organi di stampa prendano nota di questa smentita”, conclude Mons. Angelino.



Edoardo Caprino

Tel 3395933457

Email e.caprino@bovindo.it



La dichiarazione è stata subito ripresa dall’agenzia ANSA e da tutti gli organi di stampa interessati alla vicenda. Di seguito il lancio ANSA delle ore 14.40:

(ANSA) PAVIA, 16 NOV - -"Oftal smentisce categoricamente ogni legame con la residenza sanitaria per disabili "Mons. Rastelli" di Montebello della Battaglia (Pavia)" , è quanto dichiara da Gerusalemme il presidente generale di Oftal, monsignor Paolo Angelino, dopo che oggi la Questura di Pavia ha diffuso la notizia dell'arresto del direttore e di un operatore socio-sanitario della struttura nel Pavese, entrambi accusati di maltrattamenti e lesioni gravi ai danni di anziani ospiti della casa di cura.
"La struttura - continua la nota dell'Oftal - è sì dedicata al fondatore di Oftla, ma l'Associazione non c'entra nulla con la gestione della stessa. Da parte dei vertici della residenza sanitaria è stato usurpato il nostro nome e in passato sono stati diffidati più volte dall'utilizzarlo con invito a togliere ogni riferimento con noi. Cosa mai eseguita. Ci auguriamo che le indagini facciano il loro corso perché i fatti emersi sono raccapriccianti e ci indignano in quanto Associazione che ogni anno accompagna i malati a Lourdes e presso gli altri luoghi di devozione mariana". "Ho già dato mandato ai nostri legali per valutare ogni azione a tutela dell'onorabilità e della nostra Associazione e ci auguriamo che gli organi di stampa prendano nota di questa smentita", conclude Mons. Angelino.



Ciò ha permesso di correggere in corsa le notizie che man mano uscivano online. Di seguito le principali riprese con anche la nota Oftal:



https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_novembre_16/montebello-della-battaglia-oftal-mons-rastelli-anziani-picchiati-casa-riposo-arresti-c8065e72-e9aa-11e8-863b-3e637f80be2e.shtml

https://www.ilmessaggero.it/italia/anziani_maltrattamenti_casa_di_cura_rastelli-4111958.html

https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/11/16/pavia-maltrattamenti-e-lesioni-contro-anziani-arrestati-il-direttore-e-un-operatore-di-una-casa-di-cura/4770322/

https://tg24.sky.it/milano/2018/11/16/maltrattamenti-anziani-pavia.html

http://laprovinciapavese.gelocal.it/pavia/cronaca/2018/11/16/news/calci-e-sevizie-agli-anziani-ospiti-due-arresti-nella-struttura-per-disabili-1.17468118

http://www.vigevano24.it/2018/11/16/leggi-notizia/argomenti/cronaca-14/articolo/oftal-smentisce-categoricamente-ogni-legame-con-la-residenza-sanitaria-per-disabili-mons-rastell.html

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/choc-nella-casa-disabili-botte-e-ustioni-due-arresti-1603160.html



il servizio TGR Lombardia (uguale a quello dei TG Rai nazionali) a partire dal minuto 2.54 https://www.rainews.it/tgr/lombardia/notiziari/ (edizione 16 novembre ore 19.30)



E’ stato inoltre effettuato un massiccio recall di tutte le redazioni di quotidiani (Pavia, Lombardia e altri), TV (in particolare di Pavia, TGR Rai Lombardia, La 7, News Mediaset e TG Rai nazionali) per verificare che avessero preso in debita nota la specifica di Oftal in modo che fosse chiaro il tutto..



Questa reazione immediata ha permesso di tamponare una situazione che, in caso contrario, avrebbe potuto provocare devastanti danni d’immagine e reputazione.



Cordiali saluti


 


Il Presidente Nazionale emerito dell’Associazione si è spento a 86 anni. 805 i Pellegrinaggi condotti nella sua vita terrena a Lourdes e presso gli altri Santuari.


Vercelli, 26 settembre 2017 – Monsignor Franco Degrandi – Presidente Nazionale OFTAL dal 1983 al 2007 -è mancato questa mattina alle ore 1.30.

Ne dà il triste annuncio il Presidente Generale Mons. Paolo Angelino con il Consiglio Direttivo di OFTAL unito nel dolore a tutte le Sezioni federate.

I funerali si terranno nel pomeriggio di giovedì ore 15 presso la Cattedrale di Vercelli.

Don Franco Degrandi, 86 anni, era succeduto alla Presidenza di Mons. Giuseppe Ferraris, a sua volta subentrato al fondatore dell’Associazione Mons. Alessandro Rastelli.

La vita di Don Franco (così lo chiamavano i suoi malati, il suo personale, i suoi medici, infermieri e i suoi sacerdoti) è stato un autentico Pellegrinaggio. I numeri lo dimostrano. Su un totale di 805 Pellegrinaggi (l’ultimo di questi lo scorso agosto in occasione del Pellegrinaggio OFTAL di Vercelli) ben 593 volte ha accompagnato malati e pellegrini alla Grotta di Lourdes, 27 a Banneux, 22 a Fatima, 29 a Loreto, 58 a Oropa, 40 in Terra Santa e 8 volte a Roma in visita dai diversi Pontefici che hanno dato Udienza all’Associazione.

Sotto la sua Presidenza l’Associazione nata per volontà di Monsignor Alessandro Rastelli ha ulteriormente esteso la sua presenza sul territorio italiano.

Don Franco si è spento dopo una breve malattia. Le sue ultime parole sono significative: “questi sono giorni preziosi di sofferenza per i Pellegrinaggi”
I Pellegrinaggi, la sua vita.


continua...

 


L’avvenimento di Lourdes compie 160 anni, ma come il vangelo è sempre attuale. Il vangelo data da
più di 2000 anni, è davanti a noi, ma non vi abbiamo ancora pienamente aderito. Siamo invitati ad
aprire i nostri cuori alla buona notizia e diventare contemporanei del vangelo: Dio si avvicina, il regno
di Dio è in mezzo a noi.
Il 2018 può essere l’occasione per un ritorno alle sorgenti, Maria e Bernadette: due piccole donne il
cui silenzioso incontro riecheggia la parola eterna d’amore che, il frastuono della nostra vita
frenetica, delle nostre angosce e delle nostre paure, non permette più di percepire. Quest’anno sarà
un’altra occasione per riscoprire lei Bernadette, il primo testimone di Lourdes e di Maria, cero
pasquale illuminato dalla luce dello Spirito Santo. Dopo la Vergine del Magnificat nel 2017, è quindi la
piccola Bernadette che ritroviamo in quest’anno. «Avete visto questa bambina?» domandava Mons.
Laurence ai suoi consiglieri in occasione dell’inchiesta sull’autenticità degli avvenimenti di Lourdes.
Vedere Bernadette e ascoltarla, accogliere la luce che scaturisce dalla cavità nera della roccia,
accogliere quel silenzio che ti permette di ascoltare la Parola.
Con Bernadette, saremo in ascolto della Vergine del Silenzio, che ci dona la Parola unica di un Dio
d’amore, creatore e salvatore. Il “messaggio” di Lourdes altro non è che la buona notizia annunciata
ai poveri e affidata loro.


continua...

 


Nuovo CaleNdario Pellegrinaggi 2018 - 160° Anniversario dall'apparizione di Maria a Bernadette

continua...

 


Conosciamo il "Lourdes_Giornale delle Grazie "


 


Ascoltiamo le parole del nostro Assistente Generale

continua...

 


Dove si deve andare, in quale senso ci si deve impegnare, in quale direzione ci si deve orientare?

continua...

 





 


“MISERICORDIA: È LA VIA CHE UNISCE DIO E L’UOMO, PERCHÉ APRE IL CUORE ALLA SPERANZA DI ESSERE AMATI PER SEMPRE NONOSTANTE
IL LIMITE DEL NOSTRO PECCATO.”
2
“Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero
della misericordia. È fonte di gioia, di serenità
e di pace. È condizione della nostra salvezza.
Misericordia: è la parola che rivela il mistero
della SS. Trinità. Misericordia: è l’atto ultimo
e supremo con il quale Dio ci viene incontro.
Misericordia: è la legge fondamentale che abita
nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi
sinceri il fratello che incontra nel cammino
della vita. Misericordia: è la via che unisce Dio e
l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere
amati per sempre nonostante il limite del
nostro peccato”(Papa Francesco, “Miserocordiæ
vultus”). Con queste parole il Santo Padre ci invita
a celebrare l’Anno Giubilare della Misericordia
che inizierà con l’apertura della Porta Santa
a Roma e nelle cattedrali e nei santuari di tutto
il mondo dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre
2016. Il Santuario di Lourdes, per decisione
di Monsignor Brouwet, fa eco a questo invito di
papa Francesco ed è con immensa gioia che offre
queste riflessioni sulla misericordia per aiutare
tutti i pellegrini a vivere quest’Anno Giubilare accompagnati
da Nostra Signora di Lourdes, Madre
di Misericordia e da Bernadette, testimone della
misericordia di Dio.


 


Padre Horacio Brito ci
rivolge una splendida
meditazione sul tema
pastorale di Lourdes
scelto dal Vescovo Mons. Nicola
Brouwet per questo anno straordinario:
“Siate misericordiosi
come il Padre”.
La Santa Vergine a Lourdes accoglie
Bernadette così com’era:
povera, ammalata, illetterata; le
sorride e la accompagna verso il
Figlio unico Salvatore dal Cuore
misericordioso e il Figlio, attraverso
il ministero materno di
Maria, dalla Grotta Santa continua
ad elargire le innumerevoli
grazie. Anche quest’anno la Santa
Vergine continuerà a chinarsi
verso le sofferenze di tutti coloro
che ricorrono a Lei, Madre
di Misericordia.
La famiglia Oftaliana, continuerà,
nell’opera di apostolato caritatevole,
a ricorrere, con gli
amici sofferenti, a Colei che tutto
può e che ci attende a Massabielle.



 


(1) 2 3 4 ... 14 »