Oftal Oftal Oftal


Aiutaci ad aiutare




Come? Segnando nell'apposito modulo il codice fiscale dell'associazione


94020940022

Lourdes


Mensile dell'OFTAL

Per iscriverti compila il vaglia postale con: c.c.00253138

Disponga pure di me...
foto news

Mi preparo cercando di crescere, con l’aiuto del Signore, grandemente nella confidenza e nell’amore alla Madonna Immacolata

Nel corso di questi anni hanno pellegrinato, con la nostra Opera, anche alcuni Santi riconosciuti tali dalla Chiesa e, mi pare, non pretenzioso l’affermare che certamente l’Oftal e l’esperienza di Lourdes hanno contribuito al cammino di perfezione di questi nostri particolari fratelli che ora, con Santa Bernadette intercedono presso il Signore per tutti noi a cominciare dai nostri cari amici sofferenti. Vorrei cominciare col soffermarmi, questa volta, con Il Beato Secondo Pollo sacerdote vercellese morto, appena trentatreenne, in Albania durante la seconda guerra mondiale per soccorrere un alpino ferito a morte. Sfogliando i documenti del ricco archivio della Sede centrale, mi sono imbattuto su una lettera inviata dal Beato a mons. Rastelli che ora immediatamente trascrivo pari pari come la inviò don Pollo.
Seminario – Cigliano . 25 – 7 – 33 Rev.mo Sig. Canonico, alla notizia di questa splendida grazia sono corso in Santuario ( Santuario della Madonna del Trompone dove don Pollo era direttore spirituale del Seminario Minore annesso al Santuario. Ndr) a recitare il Magnificat. Non la meritavo, anche per la negligenza ed il ritardo che ho avuto. A Lei domando scusa se ho aggiunto lavoro e preoccupazioni e di vero cuore Le dico: “ grazie”. Permetta che le confidi questo: non faccia calcolo del mio posto sul treno; sto volentieri in piedi e non ne soffro; riposerei solo qualche poco al posto momentaneamente non occupato di qualche Sacerdote o Brancardier. Disponga pure di me a piacimento. Mi preparo cercando di crescere, con l’aiuto del Signore, grandemente nella confidenza e nell’amore alla Madonna Immacolata. Finito quanto ho per le mani, tornerò a casa e raccoglierò mezzi. La ricordo e Le chiedo un memento. Dev.mo Sac. Secondo Pollo.
Purtroppo non ho trovato la risposta di Monsignore, ma subito, dalle ultime battute della missiva, balza agli occhi la povertà di don Pollo nel raccogliere “mezzi” per pagare la quota. Inoltre va anche sottolineato l’entusiasmo per il futuro incontro con la Vergine Immacolata, l’umiltà nel mettersi a disposizione per il servizio e la semplice innocenza nel disporsi anche a viaggiare in piedi pur di raggiungere Lourdes. Mons. Rastelli lo destinò ad essere Assistente spirituale dei malati in Treno, recita una nota a mano in margine alla lettera. Sappiamo dal “Lourdes” dell’Oftal che mons. Rastelli affidò a don Pollo la predicazione degli esercizi al personale presso il Santuario di Oropa nel maggio del 1940. Monsignore lo definì, nello scritto in memoria di don Secondo: “vero angelo incomparabile di conforto nei pellegrinaggi, anche per chi lo incontro una sola volta.”Don Pollo morì il 26 dicembre 1941 colpito da proiettile, le sue ultime parole furono: “Vado con Dio che è tanto buono”.



firma_don_paolo