Oftal Oftal Oftal


Aiutaci ad aiutare




Come? Segnando nell'apposito modulo il codice fiscale dell'associazione


94020940022

Lourdes


Mensile dell'OFTAL

Per iscriverti compila il vaglia postale con: c.c.00253138

Le rose e il rosario
foto news


I segni di Lourdes ci introducono alla contemplazione di Gesù nei misteri della sua vita accompagnati da Maria, con gli occhi di Maria, con il cuore di Maria


Seguiamo ancora Bernadette che ci conduce a considerare l’abito e le caratteristiche che la Madonna evidenzia nelle Apparizioni alla veggente; queste ci aprono sulle realtà non di questo mondo ma del paradiso e lo facciamo in questo mese di novembre che è consacrato, dalla pietà cristiana, alle realtà eterne che ci attendono.
Bernadette precisa che ciascun piede della Santa Vergine è coperto da una rosa gialla. Nella tradizione della Chiesa cattolica il Papa dona una rosa d’oro alle regine che si distinguono per particolari virtù; anche ad alcuni Santuari il Papa ha donato la rosa d’oro. Lourdes ha ricevuto due volte questo dono: la prima nel 1877 dal papa Pio IX, la seconda nel 2004 da papa Giovanni Paolo II.
Quando la Bella Signora apparve a Bernadette, il Parroco fu irremovibile su due richieste: conoscere il nome della Dama e far fiorire il roseto situato all’entrata della nicchia della roccia di Massabielle dove appunto iniziava ogni incontro tra Maria e Bernadette. Padre Peyramale però, ignorava che le rose erano già là presenti, infinitamente più belle di tutte quelle che possiamo immaginare, non nella nicchia, ma su ciascun piede della Santa Vergine. Questa descrizione ci dice come l’uomo, sovente, domanda a Dio ciò che Egli, nella sua bontà, già ha donato, soltanto che noi pensiamo di non avere perché siamo incapaci di vedere secondo il cuore di Dio.
Ancora un elemento, precisa Bernadette, fa parte del modo di presentarsi di Maria: la grande corona del santo Rosario, in esso si nota campeggiare la grande Croce. Qui si entra nel cuore del messaggio evangelico di Lourdes. Il mistero della Croce è al centro della relazione tra Maria e Bernadette. Quell’11 febbraio 1858 Maria insegna alla ragazza a fare il segno di Croce e Bernadette impara che quel segno esprime in se stesso la debolezza, i limiti, la sofferenza, il peccato di ogni creatura, ma anche che compiere questo gesto è proclamare l’amore di Dio per l’umanità, amore che si manifesta nella croce di Cristo. Attraverso il segno di croce Bernadette entra nel mistero che segna il passaggio dalla realtà umana alla realtà di Dio attraverso la potenza dell’amore di Dio fatto uomo. Per Bernadette ciò avviene in modo folgorante e immediato durante la prima apparizione e questa esperienza continua lungo tutti gli altri incontri.
I segni di Lourdes ci introducono alla contemplazione di Gesù nei misteri della sua vita accompagnati da Maria, con gli occhi di Maria, con il cuore di Maria.
Nello stesso tempo noi entriamo in questo divino rapporto con le caratteristiche della nostra esistenza personale. Attraverso la preghiera semplice del Rosario, alla Grotta, passiamo dalla realtà di questo mondo alla felicità dell’altro così come Maria ha promesso.
Ovunque quando si vede una statua della Madonna vestita di bianco, con una cintura blu e un lungo rosario si riconosce che è Nostra Signora di Lourdes.