Oftal Oftal Oftal


Aiutaci ad aiutare




Come? Segnando nell'apposito modulo il codice fiscale dell'associazione


94020940022

Lourdes


Mensile dell'OFTAL

Per iscriverti compila il vaglia postale con: c.c.00253138

LA GIOIA DELL'INCONTRO CON IL SIGNORE
foto news

Il vero miracolo dei pochi giorni a Lourdes si ripete ancora una volta, è la Santa Vergine che fa tutto, noi siamo strumenti, certo preziosi perchè così vuole il Signore, nelle mani della Madre

Camminando
velocemente verso la fine di questo anno che abbiamo vissuto ritmando i nostri
giorni oftaliani con l’adagio del tema ormai divenutoci familiare:” Lourdes la
gioia delle conversione”, vogliamo rileggere il significato del tempo donatoci
secondo la richiesta di questo invito e la risposta, che, personalmente,
ciascuno di noi ha saputo dare. Certamente i frutti, anche evidenti, ci sono
stati, frutti che la Santa Vergine elargisce a piene mani attraverso la Grazia
che Dio vuole donare tramite il ministero materno di Maria in quel luogo
particolare e santo che è Lourdes.



A tale
proposito voglio condividere con voi un’esperienza che mi ha profondamente
toccato e ci dice la gratuità e la bellezza di Lourdes, ma anche il
coinvolgimento di noi che abbiamo fatto del Vangelo semplice contenuto nelle
parole e negli atteggiamenti di Maria verso Bernadette, una luce sicura che
illumina il nostro cammino e nutre la nostra fede e il nostro operare nella
carità in questa Associazione , frutto dell’intuizione e del cuore del nostro
fondatore mons. Rastelli. Mi rifaccio ora all’ultimo pellegrinaggio di Milano
di questo settembre dove, accanto ai nostri abituali amici sofferenti che senza
la Grotta non possono stare, sono venuti al Santuario un bel gruppo di giovani
oncologici con le loro famiglie. Debbo dire che, inizialmente, mi è sembrato di
notare difficoltà di inserimento nei luoghi d’accoglienza e nel ritmo del
pellegrinaggio secondo le nostre abitudini e ciò mi portava a pensare una buona
riuscita di questa esperienza per quei ragazzi. Come tutti sapete la permanenza
del Pellegrinaggio a Lourdes è di quattro giorni, pertanto un tempo breve che
umanamente non permetterebbe grandi risultati, ma ecco che negli ultimi due
giorni comincio ad intravedere , in questo bel gruppo , un cambiamento che
riscontro soprattutto nei colloqui che ho con i loro genitori. Ma la certezza
la vivo nell’ultima Messa , durante la quale questi ragazzi ricevono la Santa
Unzione. La sorte vuole che il barelliere che accompagna i sacerdoti per questo
ministero di perdono e di speranza conduce proprio me dai ragazzi per
amministrare loro il sacramento. I loro occhi esprimono ciò che sentono: la
gioia dell’incontro con il Signore. Là, credetemi, c’è stata viva la presenza
efficace della Madonna  ma anche di mons.
Rastelli. Il vero miracolo dei pochi giorni o Lourdes si ripete ancora una
volta, è la Santa Vergine che fa tutto, noi siamo strumenti, certo preziosi
perché così vuole il Signore, nelle mani della Madre.



Una
preghiera delle Suore di Nevers che anche Bernadette recitava dice:” una buona
religiosa deve domandare a Dio più volontà che non capacità di opere, più amore
che azioni particolari”. Penso che questa consegna valga anche per noi e tracci
una bella via di santità secondo il sentire di Lourdes.